Budino ai tuorli d'uovo e alla noce di cocco

giovedì 19 marzo 2009

Si sta avvicinando la bella stagione ed in questi giorni il tempo ci sta regalando delle giornate davvero deliziose: al mattino presto l'aria è ancora fresca ma resa frizzante da un sole così luminoso che già acceca, poi tutto piano piano si scalda e nella tarda mattinata si potrebbe tranquillamente uscire di casa dimenticando il cappotto appeso alla gruccia.
Forse è ancora presto per cantare vittoria, però credo che finalmente sia arrivata la primavera: l'ingresso ufficiale in questa stagione sarà tra solo qualche giorno ma già da qualche tempo si sente l'esigenza del cambiamento e, come la natura si risveglia dal "sonno" invernale, anche noi piano piano abbiamo bisogno di risvegliare i nostri sensi.

Ciò in cucina significa affidarsi a nuovi colori e sapori.


Oggi voglio proporre un dolce che non fa parte della nostra tradizione, bensì della cucina brasiliana (chi mi segue saprà perchè qualche volta sperimento ricette di questo paese).
Il nome originale è QUINDIM e se ricercate su google troverete tantissime versioni di questo "budino" squisito che si compone di uova, noce di cocco e zucchero: tre ingredienti semplici uniti in una preparazione che non è affatto complicata per regalare un dolce perfetto con questo clima di allegria primaverile, con il suo colore giallo intenso e il sapore del cocco che rimanda all'estate e ad evasioni esotiche...
QUINDIM



Ingredienti:
12 tuorli
1 albume
350 gr zucchero
100 gr noce di cocco grattugiata
100 ml acqua
burro e zucchero per lo stampo

Procedimento:
Preriscaldare il forno a 210°C
Mettere la noce di cocco grattugiata in ammollo nell'acqua per 10 minuti.
In una terrina mescolare tutti gli ingredienti con un cucchiaio di legno per un paio di minuti.
Imburrare bene uno stampo per budini e foderarlo con lo zucchero.
Versare il composto nello stampo.
Mettere lo stampo in una teglia da forno abbastanza capiente che va riempita con acqua calda fino a raggiungere metà altezza dello stampo del budino: il dolce cuocerà così a bagnomaria!
Mettere tutto in forno e lasciare cuocere per 40 minuti.
Per verificere la cottura punzecchiare il bubino con la lama di un coltello: se esce pulita significa che è cotto.
Fare raffreddare, sformare e mettere in frigorifero.
Servirlo bello fresco!



La ricetta è tratta da quì.

8 commenti:

Patricia ha detto...

Madonna mia... che bontà...

Innanzitutto complimenti per le foto, sono bellissime. Il contrasto tra il paesaggio freddo e il giallo "tropicale" del quindim è molto particolare.
Sono in completa astinenza di dolci, non sai l'effetto "acquolina in bocca" che mi sta facendo. Però penso ai 12 tuorli..:-S
Baci e complimenti,
Pati

manu e silvia ha detto...

Ma che buona questa ciambellina! una fettina potremmo benissimo assaggiarla anche adesso sai??!
bacioni

LaFRA ha detto...

è troppo buono, se ci penso mi si attiva l'astinenza da zucchero! infatti l'ho fatto domenica per portarlo a pranzo da un amico e quello è stato l'ultimo giorno degli stravizi: da lunedì sono ritornata a fare la mia super dieta rigorosissima, con tanto di corsa (adesso un pò più doi 6 km al giorno)e nessuna concessione a calorie extra. La nota positiva è che ne ho subito beneficiato (mi sono sgonfiata all'istante) quella negativa è che ho un mucchio di ricette da pubblicare, e sono super caloriche! Vabbè, vale sempre la regola che con moderazione tutto è concesso!
Cmq anche con la dieta qualche volta mi escono delle trovate light ma anche buone e non troppo brutte, quindi se capita le pubblico!

Onde99 ha detto...

Oh, cielo, in effetti c'è un numero di tuorli imbarazzante! Ma la presenza di cocco mi seduce... Idee su come impiegare i rispettivi albumi?

LaFRA ha detto...

Certo! Allora, io questo dolce l'ho fatto 2 volte e con gli albumi rimasti ho fatto una volta un ciambellone con uvetta, mele, noci e un plum-cake con cocco grattugiato e cioccolato a pezzetti; per entrambi la farina e lo zucchero li ho messi a occhio, una bustina di lievito e al max un pochino di latte per legare. In entrambi i casi sono venute due torte ottime, gustose e molto soffici, della prima non ho avuto il tempo di fare le foto, del secondo ho le foto ma fanno un pò pena perchè le ho fatte col cellulare (e in teoria da qualche parte ho anche gli ingredienti che ho messo ben pesati).
Oppure mi vengono in mente: meringhe (avrei voluto farle ma ogni volta che ci provo non vi dico cosa ne esce), frittate di soli albumi (tra l'altro non ho idea se possa essere attendibile, ma devo aver conosciuto qualcuno che faceva appositamente così le frittate perchè sosteneva che fossero più leggere...bha!).

dario ha detto...

che ottimo dolce!!!
bravissima e complimenti per il tuo blog, ho visto delle bellissime ricette!!!
ciaooo e a presto

eli ha detto...

ciao, ho visto che si era aggiunto un micio fra i miei lettori, così sono venuta a trovarti, anch'io adoro i gatti ma per motivi di allergia in famiglia non posso averne, così scrivo storie di gatti e ho un cagnolino.
Ho subito copiato le tue ricette dei biscotti che mi sconquifferano molto.
a presto :-)

il_cercat0re ha detto...

che bello! non lo conoscevo proprio...
ciao da Paola